W.R. Bion: individuo, gruppi e società.

L’incontro tra un analista e la persona che si rivolge a lui, crea una turbolenza emotiva, qualcosa che modifica la relazione tra le due persone,  sia che tacciano o che parlino. Non si sa in cosa consista questa turbolenza emotiva, ma il problema è come trarne il meglio. (Bion 1979) Premessa Bion e la Tavistok Clinic sono la manifestazione concreta di … Continua a leggere

Il fumo uccide: difenditi!

Il Sottosegretario Fazio presenta la Campagna di comunicazione 2009 “Il fumo uccide: difenditi!” “Tutelare i non fumatori sensibilizzando i fumatori sui danni provocati agli altri, ridurre il numero dei fumatori abituali, prevenire l’avvicinamento dei giovanissimi al fumo”. Questi gli obiettivi della Campagna di comunicazione ministeriale “Il fumo uccide, difenditi!”, presentata dal Sottosegretario alla salute Ferruccio Fazio il 5 febbraio presso … Continua a leggere

Incidenti stradali e disturbi post-traumatici

La sicurezza stradale in Italia ha assunto la dimensione di un problema nazionale di assoluta rilevanza per il notevole aumento di incidentalità, ma ancor più per l’elevato numero di morti, feriti e invalidi permanenti prodotti ogni anno da questo fenomeno. Gli incidenti stradali causano in Italia ogni anno circa 8000 morti, 20000 invalidi, 170000 ricoveri in ospedale, 600000 prestazioni di … Continua a leggere

Marco Tamburro. La menzogna del sè che si innalza sulla massa.

Istantanee in bianco e nero emergono dalle metropoli caotiche di Marco Tamburro, come sogni angoscianti che lanciano un grido d’allarme dagli abissi del caos del mondo profondo interiore, in cui volti anonimi, rappresentazioni della massa informe che domina e soffoca l’individuo, rivelano la morte dell’individualità nella logica del collettivo. Il volto distruttivo di un collettivo disumanizzante che adopera gli individui … Continua a leggere

Burri. La morte che dà forma alla vita.

Alberto Burri, precorritore e motore propulsore di un grande movimento di ricerca pittorica, ha cambiato l’arte del secondo novecento con l’introduzione nella pittura di materie e materiali estranei fino a quel momento alla pittura stessa, come sacchi, legni, ferri, plastiche.  Nella sua opera Alberto Burri rivela la sua grande capacità di spostare sul piano della rappresentazione il dramma della morte che dà forma … Continua a leggere

La maternità come svolta maturativa

  I recenti contributi della letteratura psicoanalitica, arricchitisi, dagli anni ’40 in poi, di osservazioni cliniche di donne in gravidanza,hanno messo in evidenza il legame tra esperienza della prima gravidanza e la storia personale della donna, della sua infanzia e della sua adolescenza, e delle sue relazioni con le figure piùimportanti. Da queste osservazioni è derivata una nuova concettualizzazione della … Continua a leggere

Smettere di fumare si può.

Sono più di 14 milioni gli italiani che fumano. E sono più di 6.000 l’anno le morti legate al fumo In Italia. Più di 4 milioni nel mondo, numero che supera le morte per droga, incidenti stradali, suicidio, AIDS, omicidio, annegamento, alcool. Oltre un quarto di tutte le forme di cancro sono causate dal fumo. L’insorgenza dei tumori polomnari è … Continua a leggere

Il lutto

 La morte di una persona cara determina in genere una reazione che definiamo lutto e che consideriamo una sorta di risposta arcaica, primitiva, comune a tutti gli esseri umani, al punto che, pur cogliendone l’aspetto catastrofico per che la vive, tendiamo a considerarla normale e attesa. John Bowlby, lo studioso che ha elaborato la teoria dell’attaccamento, sviluppandola a paritire dalla … Continua a leggere

Il lutto

 La morte di una persona cara determina in genere una reazione che definiamo lutto e che consideriamo una sorta di risposta arcaica, primitiva, comune a tutti gli esseri umani, al punto che, pur cogliendone l’aspetto catastrofico per che la vive, tendiamo a considerarla normale e attesa. John Bowlby, lo studioso che ha elaborato la teoria dell’attaccamento, sviluppandola a paritire dalla … Continua a leggere

Il lutto complicato o patologico

Non sempre una persona, dinanzi alla perdita di una persona cara, riesce a superare la disperazione, mediante quella rielaborazione affettiva e cognitiva della perdita che renderebbe possibile superare il lutto, senza conseguenze sul piano patologico.   In alcuni casi, infatti, le persone vanno incontro, dopo un lutto, a un vero e proprio episodio depressivo.   Per alcuni è possibile osservare … Continua a leggere